09/02/2024

NoSmog, da sabato 10 febbraio torna il livello verde

Stop ai veicoli fino a euro 1 benzina ed euro 4 diesel

Nel territorio comunale di Vicenza torna il livello verde di allerta Pm10 da domani, sabato 10 febbraio, e almeno fino a lunedì 12 febbraio, quando l'Arpav pubblicherà il nuovo bollettino, secondo quanto previsto nell’Accordo di Bacino Padano e dal Pacchetto di misure straordinarie approvate dalla Regione del Veneto.

Con il livello verde non possono circolare, in centro storico e nei quartieri della prima cintura urbana di Vicenza, da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 18.30, i veicoli privati e commerciali a benzina euro 0 e 1 e a diesel euro 0, 1, 2, 3, 4; e i ciclomotori e motocicli non catalizzati immatricolati prima dell'1/1/2000 e non conformi alla direttiva 97/24/CE e gli euro 0.

Oltre al centro storico sono compresi nel blocco i quartieri di Laghetto, San Pio X, San Bortolo, Quartiere Italia, San Francesco, Sant'Andrea, San Lazzaro, Santa Bertilla, Villaggio del Sole, Santi Felice e Fortunato e parte dei quartieri della Stanga (lato San Pio X) e di Saviabona.

Restano invariate le eccezioni. L'elenco completo dei veicoli che possono circolare e l'autocertificazione sono disponibili nel sito del Comune.

Per quanto riguarda il riscaldamento, è prevista la riduzione della temperatura a 19 gradi con tolleranza di 2 gradi nelle abitazioni, negli uffici, negli edifici adibiti ad attività ricreative, sportive e commerciali (escluse le case di cura e riabilitazione, gli ospedali e le case di riposo) e a 17 gradi con tolleranza di 2 gradi negli edifici adibiti ad attività industriali e artigianali e assimilabili.

Con il livello verde, in caso di presenza di impianti alternativi, non si possono utilizzare generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (come legna da ardere, cippato o pellet), aventi prestazioni energetiche ed emissive inferiori alle 3 stelle.

Maggiori informazioni sono disponibili nella pagina dedicata nel sito del Comune.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.