01/02/2024

Contributi per la sostituzione di caldaie e condizionatori

Assessore all’ambiente Baldinato: «Un aiuto concreto per incentivare l’efficienza energetica e l’utilizzo di tecnologie più sostenibili»

Sara Baldinato

Da oggi, primo febbraio, è possibile richiedere il contributo comunale per la sostituzione di caldaie e condizionatori con impianti più efficienti, di classe A o superiore.Il contributo è pari al 20 per cento della spesa effettuata per un massimo di 350 euro.

La misura, finanziata dal Comune con uno stanziamento di 50 mila euro, ha un duplice obiettivo: ridurre i costi sostenuti dai cittadini e migliorare l’efficienza energetica degli impianti nell’ottica di una riduzione delle emissioni inquinanti. La richiesta di contributo si può fare online, nel sito del Comune (https://bit.ly/bandosostituzionecaldaievi), entro il primo marzo.

«Diamo un sostegno economico ai cittadini che vogliono sostituire le vecchie caldaie con modelli tecnologicamente più avanzati e rispondenti al risparmio energetico e ai nuovi principi di sostenibilità ambientale – spiega l’assessore all’ambiente Sara Baldinato -. L’ultimo bando di questo tipo risale al 2017. Considerando che in città le fonti di inquinamento sono principalmente due, il traffico e, d'inverno, anche il riscaldamento delle case, in un momento in cui le polveri sottili dell'aria sono in continuo sforamento, l'amministrazione vuole dare un aiuto concreto per incentivare l’efficienza energetica e l’impiego di tecnologie più sostenibili negli immobili».

Requisiti per accedere al contributo

Possono fare richiesta di contributo i cittadini con Isee inferiore a 30 mila euro.

I beneficiari devono essere residenti nel Comune di Vicenza e proprietari dell’immobile dove è installata la caldaia o il condizionatore oppure non residenti in città e proprietari di immobili situati a Vicenza ad uso residenziale e in stato di locazione.

Sono ammessi al contributo gli interventi che riguardano la sostituzione di caldaie e condizionatori installati da almeno cinque anni. La caldaia deve essere cambiata con una a condensazione che sia almeno in classe A. Il nuovo condizionatore, con o senza pompa di calore, deve avere una classe energetica superiore a quello da sostituire e comunque non inferiore alla A++.

Come fare richiesta

La domanda di contributo va compilata online, nel sito del Comune (https://bit.ly/bandosostituzionecaldaievi) accedendo con Spid o Cie, dall’1 febbraio alle 12 dell’1 marzo. Nella domanda va allegata la ricevuta del versamento dell’imposta di bollo, che si può pagare online tramite PagoPa (https://bit.ly/pagopabandocaldaie) o nelle tabaccherie.

L’elenco delle richieste ammesse verrà pubblicato nel sito del Comune dal 10 marzo. Una volta terminato l’intervento di sostituzione dell’impianto, gli idonei potranno quindi richiedere la liquidazione del contributo, inserendo la documentazione tecnica richiesta dal bando entro l’1 giugno. Sono considerati validi gli interventi di sostituzione effettuati tra l’1 ottobre dello scorso anno e il 30 aprile.

I contributi saranno assegnati fino a esaurimento dei fondi disponibili secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande.

Maggiori informazioni

Maggiori informazioni sul bando sono disponibili nella pagina Contributi e sussidi.  

 

 

 

Galleria fotografica

Assessore Baldinato Assessore Baldinato Assessore Baldinato Assessore Baldinato grafica bando caldaie

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.