18/01/2024

A San Lazzaro sarà demolito l'ex distributore. Al suo posto una pasticceria

Sindaco Possamai: «Un'operazione di rigenerazione urbana in accordo tra pubblico e privato»

Una pasticceria sorgerà nello spazio occupato ora dall'ex distributore in viale San Lazzaro. L'amministrazione, con una delibera che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale, riuscirà a dar vita ad un'area abbandonata da qualche tempo. L'iniziativa è della ditta Leodari pubblicità che ha concesso lo spazio in comodato d'uso a C&G srl, proprietaria della Pasticceria Stra con sede a Dueville.

Ad annunciarlo c'erano oggi, in viale San Lazzaro 12, il sindaco Giacomo Possamai, l'assessora allo sviluppo economico e al territorio Cristina Balbi, Leonardo Leodari per Leodari pubblicità, Claudio Liotto per pasticceria Stra, il designer Ruggero Grandi per Grandi srl e il progettista Martino Chiesa.

«La rigenerazione dei distributori dismessi in città è uno degli obiettivi della nostro mandato poiché li consideriamo dei "buchi neri" tra i più brutti del contesto urbano e per questo vogliamo intervenire prima possibile. Con questa operazione riqualificheremo una zona di viale San Lazzaro e poi contiamo di intervenire poco lontano da qui dove sorge l'ex hotel Europa» - ha dichiarato il sindaco Giacomo Possamai.

È poi intervenuta l'assessora allo sviluppo economico e al territorio Cristina Balbi: «Questo intervento ha un grande valore anche perché è possibile grazie ad un'iniziativa imprenditoriale che con grande lungimiranza, ha previsto di realizzare una pasticceria anziché un condominio, scegliendo invece di offrire un servizio al quartiere. Questa è una delle modalità che vogliamo applicare anche in altri luoghi per riportare vita e servizi nei vari quartieri».

L'edificio verrà demolito, ricostruito e ampliato rispetto al volume esistente per 72,40 metri quadrati, con la realizzazione di una struttura di 166 metri quadrati complessivi contro 876 metri quadrati edificabili. L'edificio sarà prefabbricato, riutilizzabile, antisismico, a risparmio energetico e si potrà installare in poco tempo, meno della metà rispetto ad un edificio tradizionale. I lavori potranno prendere il via entro circa un mese dall'approvazione in consiglio comunale.

 

 

Galleria fotografica

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.