09/06/2021

Tari, nuovo contributo statale di 1,2 milioni per ridurre le bollette non domestiche

Sconti fino al 50% . Il fondo si aggiunge agli 800 mila euro già stanziati dal Comune per sostenere le attività danneggiate dal Covid

Condividi su:
Gli assessori Siotto e Zocca

Una nuova boccata d'ossigeno è in arrivo per le attività commerciali, artigianali e industriali maggiormente danneggiate dal Covid.

“Il Comune – annuncia l'assessore al bilancio Marco Zocca - introita 1.235.438 euro dallo Stato per destinarlo ad un'ulteriore riduzione della tassa rifiuti delle utenze non domestiche. La somma va ad aggiungersi agli 800 mila euro che abbiamo già previsto a bilancio, portando ad oltre 2 milioni di euro la cifra che riserviamo alla riduzione della Tari. La nuova normativa, peraltro, ci consente intervenire anche sulla parte fissa e non solo sulla quota variabile della tariffa, generando uno sconto effettivo sul totale del dovuto”.

“La manovra – aggiunge l'assessore all'ambiente Simona Siotto – ci consentirà di aiutare le attività che hanno subito chiusure totali o restrizioni a causa del Covid. Ad oggi abbiamo disposto riduzioni fino al 25% per oltre 5.600 utenze non domestiche, ma con questo finanziamento arriveremo a sconti in bolletta fino al 50%, rispondendo così in modo molto concreto ad un'esigenza che ci hanno manifestato anche di recente tutte le categorie”.

Oggi la giunta ha deliberato la variazione di bilancio d'urgenza per introitare la somma di 1.235.438 euro destinata al Comune di Vicenza sul fondo statale di 600 milioni creato a questo scopo dal decreto Sostegni bis. A breve sono attese le regole nazionali per l'individuazione delle attività beneficiarie e della nuova percentuale di sconto da applicare sulla seconda e terza bolletta dell'anno.

Già a settembre del 2020 una prima riduzione sulla Tari delle utenze non domestiche era stata applicata grazie a uno stanziamento di oltre 1,1 milioni di euro.

Novità, infine, arrivano per tutti i contribuenti della Tari sul fronte della semplificazione: Comune e Agsm Aim hanno concordato la possibilità di pagare le bollette tramite PagoPa con addebito diretto nel conto corrente: un modo semplice e sicuro per i pagamenti a favore della pubblica amministrazione.

 

Audio

Mer02

Galleria fotografica

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.