18/11/2020

Ex Valbruna, dietro al teatro pronto per la Primavera un parcheggio alberato da 200 posti

In arrivo anche un'area di sgambettamento cani e il percorso pedonale e ciclabile

Condividi su:
Gli assessori Ierardi e Siotto

Entro novembre saranno piantati i 50 aceri di diverso tipo, arbusti e cespugli che ombreggeranno il nuovo parcheggio per circa 200 posti auto. A seguire saranno completati anche l'area di sgambettamento cani richiesta dai residenti, la nuova pista ciclopedonale e il percorso pedonale. In Primavera ci saranno infine il collaudo delle opere e la consegna alla città.

Malgrado i tre mesi di stop subiti durante il lockdown primaverile, risulta ampiamente all'interno del cronoprogramma dettato dal Bando Periferie, con cui è in parte finanziato, l'intervento che conclude la complessa bonifica ambientale e messa in sicurezza delle ex aree industriali delle acciaierie Valbruna, dietro al teatro comunale.

Per fare il punto della situazione, questa mattina l'assessore all'ambiente Simona Siotto e l'assessore alle infrastrutture e al verde urbano Mattia Ierardi hanno effettuato un sopralluogo con i tecnici comunali e delle imprese Lagorai e Maroso che si sono aggiudicate l'appalto con un ribasso del 24,44% sul prezzo posto a base di gara.

Ha commentato l'assessore Siotto: “Senza stravolgerne i tempi di realizzazione e i costi, abbiamo trasformato in un vero e proprio spazio urbano in linea con la nostra visione di città bella e sostenibile, quello che doveva essere soltanto un anonimo parcheggio, realizzato su una mera gettata di cemento per mettere in sicurezza un'ex area industriale”.

Ci sarà posto per 200 auto – ha aggiunto l'assessore Ierardi - ma anche per 50 alberi e arbusti di differenti essenza, una pista ciclabile, un percorso pedonale, una zona per lo sgambettamento cani laddove, probabilmente, si sarebbe creata un'area difficile da mantenere in ordine e controllata. Inoltre, completato questo lavoro, trasformeremo anche il parcheggio davanti al teatro in uno spazio verdeggiante, bello da vedere e utile all'ambiente”.

L’intero intervento, che ha comportato l'asportazione e lo smaltimento di 1500 tonnellate circa di terreno contaminato da amianto per un costo di circa 550.000 euro (370 euro a tonnellata), comprende la sistemazione a parcheggio dell'area sterrata, la riqualificazione di un'area a verde, la realizzazione della nuova pista ciclo-pedonale tra via Cairoli e via Framarin, che consente il collegamento nord-sud del sistema dei percorsi ciclabili.

In corso d'opera, il progetto è stato migliorato con nuovi e più funzionali innesti della pista ciclo-pedonale, il raddoppio dei posti auto disponibili (in totale saranno circa 200) grazie al recupero della fascia di terra dove erano stati installati i container per i senzatetto e dove sarà realizzato anche un nuovo percorso pedonale tra via Cairoli e via Battaglione Framarin, e la nuova area per lo sgambettamento dei cani richiesta dai residenti della zona.

Fatti questi lavori, si procederà alla sistemazione prevista per l'attuale parcheggio del teatro verso viale Mazzini, già in sicurezza permanente dal punto di vista ambientale. L'intervento, che deve ancora essere definito nel dettaglio, riguarderà la messa a dimora di alberi, in modo da rendere l'area di sosta più gradevole e omogenea con quella del nuovo parcheggio. 

 

 

Audio

Mer02

Galleria fotografica

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.