02/07/2020

Parco della Pace, ad oggi realizzato un terzo dei lavori previsti dal progetto

Dopo la ripresa del cantiere, uno dei più grandi in Italia, a seguito dell'emergenza da Covid-19

Condividi su:

Questa mattina il sindaco Francesco Rucco si è recato in sopralluogo al Parco della Pace per fare il punto sui lavori di realizzazione del progetto dopo lo stop imposto dall'emergenza Coronavirus.

Erano presenti anche Roberto Cattaneo, consigliere comunale, e Diego Ciocala, direttore tecnico di cantiere del Raggruppamento Temporaneo di Imprese a cui è affidato l'appalto (Euroambiente srl, Bettiol srl., I.T.A.F. srl, Maroso Ivo Enzo srl – Unipersonale, Peverelli s.r.l.).

"Dopo alcuni mesi di stop ai lavori a causa dell'emergenza Coronavirus, siamo ripartiti molto bene con questo cantiere, uno tra i più grandi in Italia, e probabilmente anche in Europa, per quanto riguarda la realizzazione di parchi, con 600 mila metri quadrati di verde che ospiteranno funzioni fondamentali per il territorio comunale e provinciale – ha spiegato il sindaco Francesco Rucco –. La ripresa dei lavori ci permetterà di consegnare in tempi rapidi alla città il Parco della Pace, all'interno del quale troveranno posto il centro di eccellenza della protezione civile, aree sportive e attrezzate per famiglie, giovani e associazioni che saranno coinvolte non solo nell'utilizzo ma anche nel mantenimento del parco. Abbiamo aumentatato la superficie destinata agli orti urbani, la cui estensione sarà pari a 10 mila metri quadrati, mentre altri 10 mila metri quadrati saranno destinati a parcheggi. Il parco ospiterà, inoltre, 12 laghi di varie profondità per la valorizzazione delle biodiversità oltre a canali e prati; saranno piantati alberi autoctoni piante forestali e specie erbacee".

Per quanto riguarda il cantiere, le opere ad oggi realizzate sono oltre un terzo di quelle in programma.

Entro agosto è previsto il completamento delle opere di scavo e movimentazione terra. Sono 90 mila i metri quadrati (su 200 mila complessivi) su cui sono state eseguite opere di movimentazione terra mentre 65 mila i metri quadrati oggetto di scavo (su 150 mila in totale).

Sono stati posati 8 chilometri di tubazioni per sottoservizi su 20 in totale e realizzate indagini ed esecuzione di bonifica bellica su circa 13 mila metri quadrati. Sono state realizzate piste per la viabilità primaria e secondaria all'interno del parco per 8 mila metri quadrati, su 20 mila in totale. È stato, inoltre, rimosso il filo spinato sulla recinzione aeroportuale (per un'estensione di 5 chilometri).

L'apertura del Parco è prevista per la prossima estate.

 



Audio

Gio05

Galleria fotografica

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.